11 ottobre, 17.00 / 20.00
Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino
IL METODO ERRANTE
DI CHIARA GUIDI
seminario formativo in collaborazione col Cidi di Palermo e il Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino

* riservato ai docenti Cidi e, eccezionalmente, a docenti, formatori, ricercatori registrati*.
Seminario per docenti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.


Dagli anni Novanta, Chiara Guidi ha ideato originali forme di teatro per e con l’infanzia fondendo il teatro e il gioco, facendo della scena un luogo franco per la sperimentazione e la conoscenza diretta del mondo da parte dei bambini e degli stessi adulti. Punto di partenza è la creazione di una relazione tra attori, educatori e bambini sul terreno delle arti performative per invertire, errando, la dinamica didattica, andando da ciò che si conosce a ciò che non si conosce.

COME PARTECIPARE
Il CIDI è soggetto qualificato per l’aggiornamento e la formazione del personale della scuola secondo la DM 170/2016 ed è inserito nell’elenco degli Enti accreditati/qualificati pubblicato dal MIUR in data 23/11/2016.

Per i docenti Cidi: occorre iscriversi on line con questo form e versare un contributo di 10 euro.
• È possibile pagare con carta di credito o bonifico tramite l’IBAN:
IT97 J033 5901 6001 0000 0124 974 (CIDI Palermo)
• È possibile usare la card del docente, inviando il voucher alla mail segreteriacidi@gmail.com

Per docenti, formatori, ricercatori (non iscritti CIDI Palermo): è necessario che venga effettuata una registrazione preliminare (contattate il numero +39 371 3017956 o scrivete un’email con oggetto «REGISTRAZIONE SEMINARIO» all’indirizzo info@teatrobastardo.org)


«Con il Metodo errante Chiara Guidi mette in gioco i due fronti della rappresentazione, l’azione e la ricezione, includendo nell’atto scenico lo sguardo dei bambini e la loro tendenza spontanea a prendere iniziative.
Punto di partenza è la creazione di una relazione tra attori, educatori e bambini sul terreno delle arti performative per invertire, errando, la dinamica didattica, andando da ciò che si conosce a ciò che non si conosce. In questo modo il teatro aderisce alla forma di conoscenza inventiva e pragmatica praticata dai bambini, rifiutando lo stereotipo della fantasia infantile per assumere la procedura primitiva del loro sguardo tattile. L’arte invita a ripensare la realtà, e si nutre di particolari domande nel contesto contemporaneo di entropia e di degrado diffuso delle immagini. I principi compositivi della fiaba ci trasformano e spostano lo sguardo, lo rendono diverso, chiamano a una coscienza altra del nostro pensiero, suscitando uno sguardo obliquo e maieutico, che si realizza nella relazione. Il metodo errante mette a fuoco tali relazioni in tre movimenti: il laboratorio con gli attori, lo spettacolo con il coinvolgimento dei bambini, e gli incontri con gli insegnanti delle classi che parteciperanno».

dal IL METODO ERRANTE di Chiara Guidi


#savethedate
FESTIVAL TEATRO BASTARDO
terza edizione | Palermo 5-22 ottobre 2017
» http://www.teatrobastardo.org/tb-2017/


Il Festival Teatro Bastardo è organizzato dall’associazione culturale Teatro Bastardo. È promosso da Città di Palermo. Assessorato alla Cultura – UNESCO Percorso Arabo Normanno – Palermo Capitale dei Giovani 2017, patrocinato dal Teatro Biondo Palermo e Regione Siciliana. Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo.

Si ringraziano i partner Sicilia Queer FilmFest, Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, Palazzo Branciforte, i sostenitori Fondazione Ignazio Buttitta, Regione Siciliana. Assessorato Beni culturali e Identità siciliana, Goethe-Institut Palermo, Institut Français Palermo, Fondazione Sicilia, Cidi, con la collaborazione di Latitudini rete siciliana di drammaturgia contemporanea, Le Vie dei Tesori, Festival delle Letterature Migranti, gli sponsor VisitPalermo, Micro, SudTitles, Gesap, Bisso Bistrot, Sicily Cool, Pizzeria Italia e i media partner PAC Paneacquaculture, il Pickwik e SuccoAcido.

**
#palermo | #teatro #festivalteatrobasatrdo2017 #arte #incontri #seminari