#TB16 | FESTIVAL TEATRO BASTARDO 2016


FESTIVAL
TEATRO BASTARDO

LA SCENA CONTEMPORANEA
DIVERGENTE

PALERMO
26 novembre / 4 dicembre 2016


» SEZIONE BASTARD JUNIOR
SPETTACOLI RIVOLTI A UN PUBBLICO ADULTO
Finanziata da Comune di Palermo, Assessorato alla Cultura

mercoledì 30 novembre 2016, ore 21.00
TEATRO BIONDO. SALA STREHLER

Mad in Europe
di e con Angela Dematté / collaborazione drammaturgica Rosanna Dematté / regia del gruppo Mad in Europe

coproduzione Pierfrancesco Pisani, CapoTrave/Kilowatt, Progetto Goldstein

scene e costumi Ilaria Ariemme
disegno luci e audio Marco Grisa
coproduzione Pierfrancesco Pisani, CapoTrave / Kilowatt, Progetto Goldstein
distribuzione Elena Lamberti
amministrazione Chiara Girardi

riconoscimenti
Vincitore Premio Scenario 2015

CLICCA QUI per prenotare
Ingresso libero con prenotazione fino a esaurimento posti


Ci troviamo al Parlamento europeo. Una donna incinta, impazzita, che parla molte lingue... ma che devono essersi mischiate, dando vita a un “dialetto” internazionale, strano e informe. Soprattutto non ricorda più la sua lingua madre, la “Muttersprache”. La sua nevrosi ha preso forma di rifiuto assoluto: cos’è accaduto alle parole, al linguaggio? Dovrà scavare a fondo in se stessa: ricostruire il senso di un’eredità scomoda (materna, religiosa, convenzionale) a cui forse voleva sottrarsi; scoprire cos’è rimasto della vita di prima, e se vuole davvero tornare in dietro.

E IL CONFINE

«Il confine, la terra in cui sono nata: il Trentino. E sono sincera quando dico che mi dà una certa vergogna scrivere: il Trentino. Mi sembra lezioso, geografico, non affascinante. In questa vergogna sta tutto ciò che posso dire sul confine, mi pare. Il luogo che non è più ma non è ancora. Luogo dal dialetto ibrido e poco affascinante, della religione cattolica ma quasi protestante. La mia Mad (in Europe) si affanna a trovare mille identità per sfuggire alla vergogna di quella terra. E così diventa una funambola sulle linee di confine di tutta Europa. Si affaccia di qua e di là. Si traveste da ciò che vuole senza perdere l’equilibrio. Il confine diviene in lei questo stato mentale, quello in cui pensiamo sia normale vivere. Finché qualcosa di reale le dice che sta continuando a non essere più e non essere ancora. Finché un essere amato viene a dimostrarle che si può, semplicemente, essere».

Angela Dematté

Angela Dematté attrice e drammaturga, si diploma all’Accademia dei Filodrammatici e matura esperienze di attrice con maestri come Mimmo Cuticchio, Bruno Fornasari e Carmelo Rifici. Il suo primo testo, messo in scena da Carmelo Rifici, “Avevo un bel pallone rosso” vince nel 2009 il Premio Riccione e il Premio Golden Graal. La fertile collaborazione con Rifici prosegue con “L’officina – Storia di una famiglia” e “Il compromesso”. Altri suoi testi sono messi in scena da Andrea Chiodi “Stragiudamento” e da Sandro Mabellini “Stava la madre”. “Guida estrema di puericultura” scritto con Francesca Sangalli, partecipa alla finale del Premio Dante Cappelletti, con regia di Renato Sarti. Il suo lavoro è messo in scena e pubblicato sia in Italia, da Editoria e Spettacolo, che in Francia da Les Solitaire intempestifs.



#TB SOCIAL

minisocial_fb minisocial_tw

#TB16 | FESTIVAL TEATRO BASTARDO 2016


tb16_locandina_madineurope


box-prenotazione-b

*PRENOTAZIONI

Gli spettacoli in programma presso la Sala Strehler del Teatro Biondo sono a ingresso libero, fino a esaurimento dei posti disponibili. Dato il numero limitato di posti è necessaria la prenotazione.

MODALITÀ

• A partire da mercoledì 23 novembre 2016 | tramite mail (info@teatrobastardo.org), indicando Nome, Cognome, un recapito telefonico, titolo e data dello spettacolo, numero di posti. Le prenotazioni devono essere effettuate entro le ore 13 della data di programmazione di ogni singolo spettacolo. La prenotazione è nominale e resterà valida fino a 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo, dopo questo limite i posti torneranno disponibili.