Simonetta Trovato | «Giornale di Sicilia», 07/03/2018

• «È un uomo, ma dentro si sente bella: paura e rifugio dal mondo.

Quando ti senti fuori posto, non c’è molto da fare: sei diverso, sei inadatto, sei altro. E se la persona che ti vive accanto, il punto di riferimento, si disintegra a contatto con la vita, sei ancora più distratto e ti rifugi in un mondo dorato, sfavillante, falso. “Kelly Cetriolina” è il sogno infranto di Dario che è nei panni non suoi. È uomo, ma dentro si sente bella, ardita, Kylie insomma, Kylie Minogue».

» continua a leggerehttp://www.teatrobastardo.org/wp-content/uploads/2018/03/TB18_2018-03-07_GdS_Kelly.png


TB18_2018-03-07_GdS_Kelly